Accadeva oggi, 1982 - Negli USA viene eseguita la prima condanna a morte tramite iniezione letale - IL GIORNALINO - Cambia immagine alla tua azienda

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Accadeva oggi, 1982 - Negli USA viene eseguita la prima condanna a morte tramite iniezione letale

Pubblicato da in Date storiche ·
Tags: penacapitaleamericastoria
Pena Capitale America
Applicazione della pena di morte nei vari stati USA: colorati in
rosso gli stati dove è attualmente in uso, in blu quelli dove
non è prevista, in arancione dove è stata dichiarata anticostituzionale
e infine in verde dove vige un'abolizione de facto dal 1976.
Il Governo Federale prevede l'utilizzo della pena capitale mentre
per le forze armate l'ultima esecuzione risale al 1976.
Non sono presenti gli stati in moratoria volontaria solo da anni recenti.

Gli Stati Uniti sono, assieme al Giappone, l'unico paese industrializzato, completamente libero e democratico che applica ancora la pena di morte. La pena capitale è legale a livello federale (non applicata da alcuni anni: uno degli ultimi casi fu - nel 2001 - l'esecuzione del militare colpevole della strage di Oklahoma City del 1995), per 42 reati (alto tradimento, tradimento, spionaggio che metta in pericolo la sicurezza nazionale, omicidio di agenti federali, omicidio compiuto in parchi nazionali, omicidi in ambito militare, gravi atti di terrorismo ecc.). Pertanto, può essere inflitta in tutto il territorio degli Stati Uniti. È fortemente contrastata dai governi dei territori non incorporati, come Porto Rico.
Nei singoli stati è in vigore per l'omicidio di primo grado (cioè l'omicidio premeditato), ma anche, in alcune giurisdizioni, come nel Texas, per traffico di droga, omicidio con particolare violenza, e altri reati. Non è in vigore nel District of Columbia e nel territorio di Porto Rico. Dei 50 Stati effettivi degli USA, solo 16, compresi alcuni stati considerati "conservatori", non prevedono la pena di morte nel loro statuto: Alaska, Connecticut,Hawaii, Iowa, Maine, Massachusetts, Michigan, Minnesota, Dakota del Nord, Rhode Island, Vermont, Virginia Occidentale, Wisconsin, New Jersey, Illinois e Nuovo Messico. In altri 3 stati la pena di morte non è più applicata dal 1976: Kansas, New Hampshire, New York; quest'ultimo è considerato abolizionista, poiché la pena capitale è stata anche dichiarata incostituzionale dalla Corte Suprema dello Stato, e quindi non applicabile, ma non ancora formalmente abolita dal Congresso dello Stato; le sentenze possono essere emesse ma non eseguite: la maggioranza di esse sono state commutate in ergastolo o sospese. In Oregon è in vigore una moratoria dal 1997 e tutte le condanne sono sospese.[19] Anche il Kentucky (dal 2008) e l'Arkansas (2005) sono in moratoria. Il Nebraska ha dichiarato incostituzionale la sedia elettrica, non la pena di morte in sé, che viene applicata.
La Corte Suprema degli Stati Uniti ha dichiarato, a livello federale, che potrebbero essere considerate punizioni crudeli (e quindi, in teoria, assimilate a tortura e proibite dall'ottavo emendamento del Bill of Rights della Costituzione degli Stati Uniti) la sedia elettrica, l'impiccagione e la camera a gas (in alcuni stati sono però ancora utilizzabili, ad esempio in Florida il condannato può optare per la sedia elettrica), ma non le ha espressamente proibite, mentre non è stata considerata incostituzionale la pena di morte applicata con l'iniezione letale o la fucilazione, quest'ultima quasi mai applicata: solo nello Utah il condannato può scegliere la fucilazione (legge del 2004), se preferisce ciò (le ultime volte in cui avvenne un'esecuzione col plotone in USA furono 1996 e 2010, sempre nello Utah). Sono 22 Stati, più il distretto federale, a non contemplare, di legge (17) o di fatto (5), la pena di morte. In conclusione sono comunque 28 gli Stati che, più o meno regolarmente, per quanto riguarda i reati di competenza statale, applicano ancora l'esecuzione capitale. Lo stato più attivo nelle esecuzioni è da sempre il Texas: l'unica esecuzione commutata in ergastolo negli ultimi decenni è stata quella di Kenneth Foster jr., condannato a morte per concorso in omicidio di primo grado e rapina.

Modalità di esecuzione storiche:
Storicamente sono apparsi molti modi per applicare la pena di morte secondo le varie epoche e culture:

Annegamento: è stato usato a volte nell'antico Egitto: il condannato viene chiuso dentro un sacco e buttato nel Nilo.
Bastonatura e fustigazione a morte: sono state usate a volte presso alcuni popoli antichi, ad esempio i Veienti (Tito Livio, Ab Urbe condita libri, V, 6, 14).
Bollitura: praticata nell'antico oriente e nell'Inghilterra rinascimentale.
Caduta dall'alto: il condannato viene lanciato da una grande altezza, per esempio da una rupe.
Camera a gas: utilizzo di acido cianidrico (HCN) anche noto come Zyklon B nei campi di sterminio nazisti, introdotto poi nel secondo dopoguerra nel diritto penale dello stato della California poi abolito.
Colpo di pistola alla nuca: usato a tutt'oggi in Cina.
Crocifissione: usata nell'antico medio oriente, nella Repubblica e Impero romano, fino al XX secolo ad esempio in Giappone, nel Periodo Meiji.
Damnatio ad bestias: pena di morte riservata nell'antica Roma ai criminali, condannati a essere mangiati vivi dalle bestie feroci nelle arene.
Decapitazione: molto diffusa nel mondo antico e medievale, sostituita alla fine del secolo XVIII dalla ghigliottina in Francia. Usata tutt'oggi in Arabia Saudita con l'utilizzo di una spada.
Fucilazione (in Italia è stata la forma più comune).
Garrota: usata in Spagna dal medioevo fino alla fine della dittatura di Francisco Franco.
Ghigliottina: introdotta in Francia a partire dalla rivoluzione francese e adottata poi in molti Paesi europei, dallo Stato della Chiesa alla Svezia.
Impalamento: molto usato nel Medioriente medievale. Si pensa che il famoso voivoda romeno del secolo XV Vlad Tepes, ispiratore del mito di Dracula, ne avesse appreso il metodo dai Turchi invasori.
Impiccagione: comune nel Medioevo ma ancora oggi utilizzata.
Iniezione letale: usata a tutt'oggi negli Stati Uniti.
Lapidazione: usata ampiamente nell'antichità, è ancora presente in alcuni stati islamici prevalentemente ai danni di donne adultere.
Rogo: consiste nel legare il condannato ad un palo sopra una catasta di legna per poi appiccare il fuoco. Applicato in Europa dal Medioevo e nelle Americhe fino al Secolo XVII. Famose le condanne della Santa Inquisizione ai danni di eretici e streghe.
Schiacciamento: è eseguito in diversi modi; ai tempi di Marco Polo, il popolo mongolo è solito eseguire la condanna a morte delle persone rispettabili coprendole con un telo e schiacciandole con i cavalli.
Schiacciamento da elefante: diffusa nel sud e sudest asiatico, particolarmente in India, durante quasi 4.000 anni.
Sedia elettrica: inventata a fine Ottocento da Harold P. Brown e Arthur Kennelly, brevettata da Alphonse David Rockwel, applicata in molti stati statunitensi fino agli anni settanta, sostituita poi con iniezione letale.
Squartamento: citato nel poema medievale della Chanson de Roland, utilizzato nei paesi arabi nell'età moderna. Vi sono testimonianze filmate di squartamenti di prigionieri durante la guerra Iran-Iraq negli anni Ottanta, utilizzando automezzi invece che cavalli.
Supplizio della ruota: diffuso nel medioevo, consisteva nel legare per i polsi e le caviglie il condannato ad una ruota e con una mazza gli venivano rotte le ossa fino alla morte.
Trafittura con frecce: usata in alcuni casi dagli antichi romani (Martirio di san Sebastiano).

SE QUESTO ARTICOLO LOGOK TI E' PIACIUTO CONDIVIDILO E COMMENTALO QUA' SOTTO
smartwatch offerta
Smartwatch da € 39,00 + iva
Compralo su REGALISSIMI





comments powered by Disqus
Prodotto da Logok.it rag. soc. Fontanelli in Vecchiamo (PI) Via G.B. Niccolini 5 - P.iva 00695330506
Torna ai contenuti | Torna al menu